Contact Us

Use the form on the right to contact us.

You can edit the text in this area, and change where the contact form on the right submits to, by entering edit mode using the modes on the bottom right. 

         

123 Street Avenue, City Town, 99999

(123) 555-6789

email@address.com

 

You can set your address, phone number, email and site description in the settings tab.
Link to read me page with more information.

banner_le_terapie.jpg

Le terapie

 

Accenno storico

All’inizio del V secolo a.C., Ippocrate padre della medicina occidentale scrisse: “Il medico deve sapere fare molte cose ma con certezza deve sapere massaggiare, poiché il massaggio lega un’articolazione troppo sciolta e scioglie un’articolazione troppo rigida”.  Il contatto fisico è un linguaggio complesso che coinvolge tutta la persona; il fisico, i pensieri, le emozioni. Il massaggio è la più antica forma di terapia fisica utilizzata nel tempo da differenti civiltà per allievare il dolore e decontrarre la muscolatura. Ne esistono infatti diversi tipi con differenti finalità: distensivi, muscolari, sportivi, antalgici, drenanti e anticellulite.


Massaggio medicale

Il massaggio medicale comprende varie tecniche manuali o vari mezzi per mobilizzare i tessuti, mettendo in atto dei trattamenti terapeutici scientificamente fondati. Le tecniche o applicazioni passive mirano a diminuire, eliminare o prevenire gli stati anomali e/o patologici. Trattamenti attuati agiscono sul sistema circolatorio (in particolare venoso e linfatico), sul sistema locomotorio (rallenta i processi di degenerazione, migliora la postura, riequilibra il sistema muscolare e fasciale, aumenta la propriocezione), sul sistema immunitario, sul sistema viscerale e sul sistema nervoso in generale (sollievo sintomatologia dolorosa, combatte l’ansia,…


Massaggio classico

Le virtù del massaggio classico sono innumerevoli, in primis il rilassamento generale che consente all’organismo di rigenerarsi, riequilibrando il sistema nervoso e ormonale. Sostiene e stimola il sistema immunitario, migliora la circolazione sanguigna, elimina le scorie che si accumulano nei muscoli e nei depositi di grasso, riequilibra le funzioni organiche. Con la pratica del massaggio si ritrova il piacere di riscoprire il proprio corpo ristabilendo un corretto equilibrio della struttura corporea. Per mantenere questa consapevolezza è bene sottoporsi a sedute di massaggio periodiche.


Linfodrenaggio manuale secondo il metodo Vodder

Negli anni ’30 i coniugi fisioterapisti Emil e Astrid Vodder dopo aver sperimentato su diversi pazienti dei trattamenti sui linfonodi e ottenendo dei buoni riscontri decisero di approfondire la possibilità di un nuovo massaggio da loro ideato. Creando così ciò che oggi chiamiamo Drenaggio Linfatico Manuale DLM ovvero linfodrenaggio.

Il sistema linfatico è costituito da una serie di organi e da una rete di vasi linfatici e linfonodi che si trovano in tutto il corpo. Il DLM viene praticato sulle zone del corpo con un’eccessiva riduzione della circolazione linfatica, edemi o ristagni di liquidi in eccesso. Il linfodrenaggio si effettua con manovre lente. L’operatore deve conoscere perfettamente il circolo linfatico e le zone da trattare, solo in questo modo il drenaggio dei liquidi interstiziali e della linfa potrà essere favorito dalle giuste manipolazioni.

Le indicazioni nel campo terapeutico:

  • Disturbi di origine reumatica
  • Disturbi neurologici (cefalee-emicranie, …)
  • Edemi da gravidanza
  • Edemi postoperatori e post traumatici
  • Cicatrici
  • Fleboedemi e linfoedemi 

Nel campo estetico o preventivo lo si utilizza per migliorare la cute e rendere meno evidente gli inestetismi cutanei.


Riflessologia plantare

Nell’antica Cina, il massaggio riflesso dei piedi era ben noto per i suoi effetti terapeutici. Rappresentazioni antiche testimoniano che quest’arte curativa fu praticata da popoli antichi come i Greci, gli Egizi e gli Incas. I fondamenti della riflessoterapia vera e propria fu sviluppata dal medico americano Dr. W. Fitzegerald. Ingham, massaggiatrice americana, fu la prima a differenziare le zone riflesse a aree ben definite, e grazie al suo lavoro arrivano le prime mappe della riflessologia plantare riferite a tutto il corpo. Negli anni ’60 H. Marquardt, infermiera massaggiatrice e praticante in medicina empirica divulgò il metodo in tutta l’Europa nelle scuole medico-tecniche e di medicina complementare. Sempre di più la sua scientificità convince più pazienti, medici e casse malati. Il metodo si basa su una struttura molto chiara; l’analogia di forme. Vengono stimolati specifici punti sui piedi con delle pressioni in modo da raggiungere gli organi o i sistemi da riequilibrare. Il massaggio riflessogeno dei piede si rivolge all’uomo nella sua interezza come Individuo e si può applicare dalla gravidanza/nascita fino all’accompagnamento della morte; in tutte le fasce di età.

Gli obbiettivi possono essere:

  • Sostenere il sistema in generale della persona (in caso di stress emotivo, professionale, sociale alleviando la tensione accumulata rilassando la persona nella sua globalità) ,  
  • Riequilibrare i sistemi e dunque la persona nella sua globalità (disturbi cronici come la sinusite, 
  • Cefalee, stipsi, insonnia, disturbi della digestione ecc), 
  • Primo soccorso nelle emergenze (mal di denti, malesseri ovviamente non sostituisce la cura medica).

Massaggio sportivo

Una regolare attività fisica è sinonimo di salute e benessere. Il massaggio sportivo viene applicato per svariati motivi sia a livello agonistico sia a livello amatoriale. Gli obbiettivi riguardano la preparazione delle zone muscolari specifiche (riscaldamento, aumento del metabolismo locale,...). Decongestionare e rilassare l'organismo favorendo il naturale processo di eliminazione catabolica.

  • Preparazione e mantenimento dei vari sistemi (muscolare, organico, circolatorio,…)
  • Ovviare agli effetti della fatica muscolare
  • Prevenire e ridurre i rischi di infortunio
  • Curare eventuali postumi da traumi derivati da attività sportive

Massaggio connettivale

Elisabeth Dicke (1884-1952), diplomata in ginnastica medica, a causa di un’endoartrite di grave entità della quale lei soffriva, cominciò a massaggiare queste parti così per istinto, stirando la pelle. Nel corso di questi “massaggi” osservò che sia la tensione delle zone che i dolori diminuivano. Nel corso della sua malattia ebbe pure degli importanti disfunzioni funzionali (gastrite, colite), che riuscì ad eliminare applicando con successo su se stessa questo nuovo metodo. Dall’elaborazione dei dati risultò che le zone riflessogene non hanno sede solo nella cute e nella muscolatura, bensì anche nel tessuto sottocutaneo. 

E.Dicke venne a sapere che anche il neurologo Head aveva scoperto e descritto delle zone cutanee in stretto rapporto con i vari organi interni. Nel 1938 la dottoressa Teirich-Leube e il dottor Kohlrausch in stretta collaborazione con E.Dicke studiarono e controllarono per un anno questo nuovo metodo, confermando poi clinicamente la sua efficacia. Agendo con opportune manovre e trazioni digitali il massaggio del tessuto connettivo è in grado di risolvere e attenuare le irritazioni profonde dei tessuti, le turbe funzionali degli organi interni, gli spasmi dei vasi sanguigni e linfatici.

Le indicazioni per il massaggio connettivale:

  • Disfunzioni organiche
  • Disturbi circolatori
  • Stati residui post traumatici
  • Patologie croniche
  • Cicatrici

Hot Stones massage

Il massaggio con le pietre è un’arte antica, utilizzata già in passato soprattutto nella medicina ayurvedica
indiana, dagli indiani d’America e dai medici cinesi. L’arte del massaggio, sovente praticata con l’ausilio di pietre calde e/o fredde, è da sempre una tecnica tanto semplice quanto efficace per curare, rilassare ed aumentare in generale, il nostro benessere psico-fisico. Le pietre rappresentano validi strumenti di aiuto e supporto, valorizzando il trattamento. In conclusione i vantaggi del Hot Stones massage sono molteplici: 

Da un punto di visto fisico

  • Aumenta la vascolarizzazione 
  • Attenua i dolori muscolari 
  • Migliora la mobilità articolare
  • Stimola e disintossica
  • Incrementa il metabolismo
  •  ....

Da un punto di visto emozionale

  • Riequilibrio generale
  • Riduzione stress
  • Sensazione di benessere
  • ....

Kinesiotaping

Kenzo Kaze, giapponese, ha sviluppato una benda elastica speciale che, mediante specifiche tecniche, viene fatta aderire alla cute. Il tape elastico può lenire i dolori e migliorare le limitazioni dei movimenti, sostenendo il processo di guarigione naturale dell’organismo. Il kinesiotape è infatti concepito per stimolare, inibire o/e correggere i sistemi muscolare, articolare, linfatico e il sistema nervoso. L’applicazione del tape è un ottimo sostegno durante l’intervallo dei trattamenti intensificando e prolungando l’effetto terapeutico del trattamento manuale.

Applicazioni: 

  • Tensione muscolare
  • Post traumi (strappi, lussazioni,…) 
  • Disturbi patologici come tendiniti, tunnel carpale,…
  • Disturbi posturali con correzione del sistema muscolo scheletrico (scoliosi,…)
  • Disturbi posturali con correzione del sistema linfatico, fasciale,… (edemi, …)
  • ....

La tecnica dei ganci

Agisce a livelli superficiali e profondi su vari tessuti a dipendenza della tecnica utilizzata. Si lavora principalmente sulla cute (cicatrici), sulle fasce (muscolari, tendinee), sui muscoli e tendini. Tecnica utilizzata in caso di aderenze, fibrosi, cicatrici, tensione e sovraccarichi muscolari e tendinei.